lunedì 31 dicembre 2012

Ultimo disegno dell'anno

Non voglio fare buoni propositi per l'anno nuovo, semplicemente perchè il massimo che riesco a fare è concentrarmi sul presente. Però riesco facilmente a fare un bilancio dell'anno passato.
Per me il 2012 è stato davvero un anno di cambiamenti, credo sul serio che si sia chiuso un ciclo e che se ne sia aperto uno nuovo. Ho lasciato una casa in cui ho vissuto per 2 anni, (che sembrano pochi, ma se quei muri potessero parlare! quante ne hanno viste!) ho chiuso un periodo per riaprirne uno nuovo in una nuova casa. Ho chiuso a chiave con lucchetto l'esperienza all'Accademia  e ho iniziato una nuova scuola. Ho chiuso un periodo di supermega confusione per impegnarmi su un unico obbiettivo. E ho detto addio alla mia povera gatta per salutare un adorabile quanto pestifero piccolo nuovo arrivato.
Mi sento di dire che è stato un anno di estremi: un susseguirsi di alti e bassi, di momenti stupendi ed altri tristi. In ogni caso entrambi fissati per sempre nella mia memoria!
Ricorderò sempre sia la gioia di suonare su un palco, dei viaggi folli in macchina, delle lunghe chiaccherate (e spettegolate) col mio ragazzo, che la paura di aver perso la propria identità, o del terremoto, o quelli che sembravano infiniti giorni di solitudine in un'estate rovente.
Sembrerà una sviolinata ma in qualche modo sono grata per quello che mi ha dato questo 2012.
E avendo quasi finito tutti i miei "compiti" per le vacanze e infornato le torte per sta sera, oggi mi ri-dedico al disegno dopo parecchio tempo.
Per la colorazione, all'anno prossimo!


Nessun commento:

Posta un commento